venerdì 29 novembre 2013

Studiando si impara!

Vi chiederete come mai non pubblico più ricette... bè amici miei finalmente sto facendo una cosa che mi piace veramente! Sto frequentando un corso per diventare cuoca!!!
Fantastico vero??? Spero di ricominciare al più presto con le mie ricettine.... un po' migliorate!
Intanto vi lascio una cosa.... che vi farà capire quanto sono felice!


La mia avventura all'università dei sapori!!

venerdì 14 giugno 2013

Uovo in tempura con cuore fondente su un letto di spinaci croccanti




Sono le cose più difficili che mi attirano. Sono le situazioni più assurde che mi spronano. Sono le decisioni più dure che mi motivano.Non potevo non provare a fare questo piatto. L'uovo così semplice, così scontato, così basilare nella nostra alimentazione quotidiana può darti la possibilità di sperimentare e tentare tante di quelle preparazioni che spesso sono anche le più difficili. Saper fare di un uovo un piatto da degustazione e di innovazione è un passo importantissimo nella vita di chi ama il cibo come me. Io sto solo facendo un piccolo scalino...ma ogni nuova conquista per me è la più grande delle soddisfazioni!

Ingredienti:

  • 5 uova fresche biologiche
  • 230g acqua ghiacciata
  • 130g farina
  • olio di semi 
  • spinaci freschi.
Preparazione:
mettere un pentolino sul fuoco con dell'acqua. Quando avrete raggiunto il bollore mettete 4 uova e fatele  cuocere per 5 minuti. Togliere le uova dalla pentola e adagiatele delicatamente per 10 minuti in un recipiente con acqua ghiacciata. Trascorsi i dieci minuti con molta attenzione cominciate a toglier il guscio dell'uovo facendo molta attenzione perchè l'uovo è cotto solo esternamente e quindi è molto morbido.
A questo punto prendete l'acqua ghiacciata e la farina setacciata e l'uovo restante e fate la pastella. Quando l'olio sul fuoco sarà pronto immergete le uova nella pastella sempre con molta attenzione e poi friggetele. Quando cominceranno a dorarsi saranno pronte. Scolatele e salatele. A parte lavate le foglie di spinaci togliete i gambi sistematele in un piatto e metteteci sopra l'uovo appena cotto....ovviamente va mangiato caldo.... 

venerdì 10 maggio 2013

Cheescake salata


Non puoi vivere un'intera esistenza senza provare, sperimentare e inventare. Che gusto ci sarebbe se per tutta la tua vita facessi sempre le stesse cose, alle stesso orario, con le stesse persone? Non ti devi mai accontentare , non ti devi mai fermare. Io mi voglio stupire, voglio sorprendermi da un'abbinamento assurdo, voglio assaggiare tutto e cucinare le cose più strane. Non puoi mangiare il tuo piatto preferito tutti giorni, come non leggeresti il tuo libro favorito a ripetizione. Ogni nuovo sapore ha una melodia diversa, senti il ritmo cambiare ogni volta che un ingrediente sconosciuto raggiunge il tuo palato. Cambiare, è il segreto per meravigliarsi del mondo intorno a te.  E perchè no, voglio anche rimanerci male e sbagliare. Ma se segui l'istinto e la fantasia, non troverai mai il motivo per tornare indietro.


Ingredienti:

  • 250g di cracker al riso soffiato
  • 120g burro
  • 500g stracchino
  • 200ml panna liquida
  • 15g gelatina in fogli.
  • 100g prosciutto crudo
  • rucola
  • basilico
  • sale 
  • pepe
Preparazione:
Tritare finemente i crackers con 10 foglie di rucola e dieci di basilico. Sciogliere il burro in un pentolino e aggiungerlo al trito. Amalgamare bene e stendere il composto su una teglia a cerniera, pressando bene. Mettere in frigo per almeno un'ora.

Mettere i fogli di gelatina in acqua fredda, e fateli stare almeno dieci minuti, e mettete in un pentolino a fuoco basso 1/3 della panna liquida a riscaldare. Intanto in una ciotola mette lo stracchino e la restante panna e lavoratela bene con le fruste.Quando la gelatina sarà ammollata strizzatela bene e mettetela nel pentolino con la panna che non dovrà essere bollente altrimenti si formeranno i grumi. Mescolate e fatela sciogliere bene. Versate la panna e la gelatina nel composto principale filtrandola con un colino a maglie strette. Lavorate bene il tutto aggiungete un pizzico si sale e pepe nero. Versate il composto sulla base che avete fatto prima e livellatelo bene.
Mettete tutto in frigo per almeno 5 ore.Quando sarà il momento di servire prendete il prosciutto togliete il grasso esterno e formate con una fetta una rosellina.
Posizionate le rose intorno alla cheescake che avrete messo su un piatto da portata, e al centro un po' di rucola condito con un filo di olio.
Si può sempre sperimentare cose nuove e avere la sensazione di non aver mai provato nulla del genere..potrebbe diventare il vostro piatto prediletto...e a quel punto allora sarà il momento di CAMBIARE!!!!

giovedì 9 maggio 2013

Pera con cuore di robiola e noci


Le giornate si allungano inesorabilmente, il sole che ti riscalda la pelle è irrefrenabile e sei istintivamente spronato a cercare qualcosa che possa saziarti e rinfrescarti. Se puoi esci dalla città , cerca un prato, una bella distesa di fiori e coccinelle e cerca di estraniarti da tutto quello che hai sulle spalle, inspira profondamente, e tenta di sentire tutti gli odori della primavera. Puoi sentire distintamente l'odore dell'erba appena tagliata, della terra ancora umida e dei frutteti che tentano di fiorire nonostante le folate di vento freddo che di soppiatto ogni tanto arrivano. Arriva il profumo della legna che arde nei bracieri, che riuniscono vecchi e nuovi amici per condividere i momenti di divertimento, e ti viene voglia di assaggiare le primizie dell'estate, la frutta così polposa e succosa, profumata all'inverosimile nei suoi mille colori. Purtroppo devi far tacere il desiderio del tuo palato, dovrà attendere ancora un po', ma puoi sempre allietare la tua vista e il tuo gusto con quello che la Madre terra adesso ti offre. Con un umile frutto come la pera puoi assaggiare un momento di primavera che ti cullerà nell'attesa dei sapori più caldi.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 pere preferibilmente non trattate
  • 100g di robiola
  • 50g di noci
  • sale 
  • pepe bianco

Preparazione:
Lavate accuratamente le pere, asciugatele tagliate le calotte superiori a circa due terzi di altezza e tenetele da parte. Dopo aver eliminato il torsolo, svuotate le pere di metà della polpa con uno scavino rotondo o con un cucchiaino, raccogliendola in un mixer.

Frullatela con la robiola un po' delle noci, un pizzico di sale e un po' di pepe. Farcite le pere aiutandovi con una sacc a poche.
rifinite il tutto con i gherigli di noci tritati grossolanamente e chiudete con le calotte. Conservatele in frigo fino al momento di servirle.

mercoledì 20 marzo 2013

Frittelle di Riso di San Giuseppe



Ormai sono ripetitiva.. ma per me le tradizioni sono fondamentali. Ci sono dei sapori che mi riportano al passato. Ci sono alcuni rumori della cucina che mi ricordano le feste. Ci sono gli odori che volano per casa che riescono a farmi sentire in un altro luogo. Anche quest'anno pur non essendo con il mio papà e senza avere i consigli di mia mamma, ho deciso di fare le frittelle di riso. Non riesco a rinunciare a certi momenti, e spero di portare avanti queste tradizioni anche per poterle condividere con i miei amici, per farmi conoscere di più, per far capire una parte di me che forse è sconosciuta ai molti. Quando mangio queste frittelle , io sento la voce di mia Nonna che girava a piccoli passi per casa , sento l'odore di cannella che entrava  nelle stanze, sento sotto le unghie la sensazione di velluto del divano blu nel salotto dei miei nonni . Mi viene quasi voglia di uscire di casa per farmi una passeggiata per la bella Spoleto sentendo il profumo di frittelle per tutti i vicoletti.



Ingredienti 40-50 frittelle:

  • 200g riso
  • 600 ml di latte
  • 300ml di acqua
  • 120 g zucchero
  • buccia di limone
  • cannella in polvere
  • scorza di limone
  • 2 uova
  • 40g burro
  • olio di semi per friggere
Preparazione:
La cosa fondamentale per fare queste frittelle è preparare l'impasto la sera prima. Deve riposare una notte in frigo.

In una pentola mettete il latte l'acqua il burro e metà dello zucchero. Aggiungete poi la scorza di limone. Quando inizia a sobbollire aggiungete il riso.



Fatelo cuocere bene fino a quando avrà assorbito il liquido. Quando sarà cotto versatelo in un'altra terrina aggiungete lo zucchero restante e la cannella (a piacimento).
Fate riposare una notte in frigo.
Montate a neve per bene le chiare d'uovo, inglobate al riso prima i rossi e poi le chiare, amalgamante bene tutto con movimenti dall'alto in basso molto ampi per non stracciare le chiare.



Prendete una padella ampia e mettete molto olio, le frittelle devono cuocere in modo omogeneo.
con due cucchiai aiutatevi a prendere l'impasto, formate delle quenelle e fatele scivolare nell'olio bollente. State molto attenti alla cottura si bruciano facilmente.



Fatele scolare bene su carta assorbente poi passatele nello zucchero e servitele calde.

Mi raccomando quando friggete non buttate l'olio nello scarico del lavandino perchè è altamente inquinante. Fate come me, aspettate che si raffreddi e poi aiutandovi con un imbuto mettetelo in una bottiglia. Una volta piena potrete portarla all'isola ecologica dove sarà smaltito nel modo giusto!



lunedì 11 marzo 2013

Torta al cioccolato fondente e frutti rossi


                                    Per una cena fra amiche. le chiacchiere stanno a zero.

Ingredienti per 6 persone:(stampo a cerniera dal diametro di 18 cm)

  • 90 g di farina
  • 15 g di cacao
  • 120g di burro
  • 80 g di zucchero
  • 120 g di cioccolato fondente
  • 1 dl di caffè
  • 1 uovo
  • 200 g frutti rossi
  • sale
Preparazione:

Scaldate in una casseruolina il burro con il caffè, con 0.8 dl di acqua e lo zucchero

quando il burro e lo zucchero si sono sciolti togliete dal fuoco. Unite il cioccolato grattugiato e lasciatelo fondere. Incorporate al composto la farina setacciata con il cacao un pizzico di sale e un uovo leggermente sbattuto. Versare il composto nello stampo e aggiungete i frutti rossi. 

infornate a forno già caldo a 180° e fate cuocere per 50 minuti.
Intanto prendete i frutti rossi rimanente e lavateli bene. In una ciotola mettete un albume d'uovo leggermente sbattuto, e in un piattino mettete un po' di zucchero.Intingete il frutto nell'albume e  poi nello zucchero.


fateli stare in frigo almeno un'ora e metteteli come decorazione della torta quando sarà fredda.

venerdì 1 marzo 2013

Uovo nudo fra dolce e salato




Cos'è un uovo nudo? In realtà non lo so neanche io. So solo che se il Re delle uova, Gualtiero Marchesi, vedesse questa ricetta farebbe emettere un editto nazionale che mi vieta di cucinare per il resto della vita.
Ho avuto un'illuminazione dopo quasi tre giorni che non mangiavo, ho cominciato a sentire un borbottio dal mio stomaco, una fame atavica che ha diretto le mie mani e i miei occhi nella preparazione di questo piatto.
Dovevo riassume e racchiudere tutti i gusti che latitavano nel mio palato da troppo tempo, il dolce caramellato, il salato croccante, un morbido velluto di crema e tutti i colori possibili.
Chiedo umilmente perdono, e mi inginocchio virtualmente e multimedialmente alla vostra vista, per il tuorlo sgonfiato...l'impiattamento è stato fatale!

Ingredienti:

  • Un uovo biologico stra fresco
  • pachino
  • semi di sesamo
  • foglie di songino
  • prosciutto crudo semidolce
  • sale 
  • zucchero
  • olio evo
Preparazione:

Tagliare i pachino a metà disporli su una teglia da forno, e condire metà dei pachino con zucchero e una foglia di songino, l'altra metà con sale e semi di sesamo, infine un filo d'olio su tutti. Infornare a forno caldo 200° per 10 minuti


Dividere l'albume dal tuorlo. Lavorate un po' l'albume con la frusta a mano aggiungendo sale e pepe bianco. Riscaldate un pentolino con un goccio di olio e fate una frittellina. cuocendola bene da entrambe i lati. (l'albume non cotto è immangiabile)

Prendete una fetta di prosciutto e arrotolatela come a formare una rosa. Prendete un pentolino con un po' di olio e fate cuocere la rosa dalla parte del bocciolo, per rosolarla bene.


In un pentolino fate bollire l'acqua salata. Quando l'acqua bolle aiutandovi con una schiumarola mettete il tuorlo nell'acqua molto delicatamente. fatelo cuocere appena due minuti , il tempo giusto per racchiudere il cuore del tuorlo.

Impiattare e condire con l'olio di cottura della rosa di prosciutto.
Risultato garantito al 100%.
(apparte il tuorlo sgonfio)